Un weekend dedicato allo sport sostenibile per tutti, che permetta di scoprire la collina da una parte e dall’altra di indagare e promuovere i valori dello sport pulito e della sostenibilità ambientale.

Eventi Basilica

Tutte le informazioni sono disponibili direttamente sul sito della Basilica: www.basilicadisuperga.com

 

La Basilica in sintesi…

La Basilica è dedicata alla Madonna delle Grazie, la cui statua lignea è conservata nella Cappella del Voto.

Sul colle, già dal 1461, ben prima che la Basilica fosse edificata, si trovava una chiesetta, parrocchia per i fedeli del posto. A quei tempi il colle era “un monte acuto, e sul finire di esso una chiesa con tre altari situata nel luogo stesso ove ora si trova la chiesa della Regia Congregazione di Superga, ma in un sito più in alto”, dedicata alla Madonna ma anche a S. Antonio e S. Grato.

 

La Basilica venne fondata dal duca Vittorio Amedeo II di Savoia dopo l’assedio e la battaglia di Torino del 1706.

Prima dello scontro decisivo Vittorio Amedeo II e il cugino Eugenio di Savoia – Soissons, salirono sul colle di Superga per vedere dall’alto lo schieramento delle truppe nemiche e scegliere la migliore strategia per liberare Torino dall’assedio. Proprio sul colle il duca fece voto alla Vergine Maria, promettendo che, in caso di vittoria, avrebbe fatto costruire una santuario a lei dedicato.

 

Filippo Juvarra non si limita a progettare la Basilica, ma lascia istruzioni molto dettagliate anche sui materiali da utilizzare e sulle decorazioni interne.

I mattoni dovevano avere dimensioni precise, ed erano cotti sul colle. Il ferro da utilizzare era quello di Augusta di Ceres ed istruzioni molto dettagliate vengono date dall’architetto messinese riguardo ai marmi da utilizzare: verde di Susa, nero di Como, giallo di Verona, bianco di Brosasco e di Carrara, persichino di Saravezza.

 

Luogo di culto, museo, meta di turisti e appassionati di sport.

La Basilica, offre un panorama definito da Jean Jacques Rousseau “Io ho dinanzi il più bello spettacolo che possa colpire l’occhio umano”. De Amicis scriveva” Il panorama del colle di Superga è più grande e più bello della sua fama”. Pur mantenendo chiara la sua vocazione religiosa, è una meta turistica imperdibile: migliaia di visitatori l’anno la scelgono per i motivi più diversi: pellegrini, appassionati di arte e storia, amanti dello sport o delle bellezze naturalistiche e paesaggistiche. La Basilica e le meravigliose colline circostanti hanno così tanto da offrire che è impossibile restare delusi!